Il GAL Valli Marecchia e Conca ha avviato un percorso partecipato per l’identificazione delle caratteristiche identitarie del territorio volto alla creazione di un brand per la promozione unitaria delle due Valli, con lo scopo di trovare un segno grafico che posso raccontare una storia vera, ricca di persone e di emozioni reali.

Il percorso è in linea con l’idea di paesaggio promossa dalla Convenzione Europea del 2001, che lo definisce come “quella porzione di territorio così come percepita dagli abitanti che lo vivono”. Paesaggio considerato dunque non solo nelle sue vedute e nelle sue morfologie ma bensì come prodotto sociale, frutto dell’interazione millenaria tra uomo e natura. Ma soprattutto paesaggio inteso come concetto culturale, che si amplifica grazie alla dimensione percettiva e che accetta visioni diversificate. Lo stesso paesaggio che diventa portatore di significati diversi senza perdere il suo ruolo aggregatore di chi in quel paesaggio si riconosce. Una proposta che il GAL fa al territorio, nella convinzione che, oltre a supportare aziende, enti pubblici e privati sia necessario tenere sempre vivo un dibattito sui temi che il territorio stesso ha scelto come chiave della strategia di sviluppo locale: paesaggio, sostenibilità, biodiversità – e che intorno a questo dibattito si possa costruire una rete di cittadini, associazioni e realtà che hanno a cuore il proprio territorio e la sua valorizzazione.

Il percorso è stato suddiviso in tre parti, che qui riportiamo: 

 

Terza tappa: l’identità del Paesaggio

Due incontri per definire, integrare e correggere le Linee Guida redatte da Fondazione Eco-sistemi sulla base delle informazioni raccolte negli incontri partecipati precedenti. Linee guida che contengono i messaggi chiave del brand, le modalità d’utilizzo e i soggetti che ne potranno beneficiare, e quant’altro i partecipanti all’incontro riterranno utile inserire.

Domenica 13 maggio, alle ore 14.30, prsso il Palazzo Mediceo di San Leo

Mercoledì 6 giugno 2018, alle ore 20, presso l’ex Asilo Don Matteo a Montescudo

 



 

Seconda tappa: Siamo alla ricerca di storie

Con l’aiuto dei cittadini è stata costruita una  nuova mappa del territorio, dove a fianco delle strade e dei sentieri, dei monumenti, dei fiumi e dei comunisono state inserite le esperienze,  racconti e vissuti. Un racconto corale e visivo di quello che il territorio rappresenta, un modo per raccontarsi e riconoscersi all’interno di una comunità sempre più ampia, e per raccontare il territorio stesso a chi proviene da altre terre.

Ecco le tappe della raccolta di storie:

4 aprile a Pennabilli, presso il Museo Naturalistico del Parco Sasso Simone, Viale dei Tigli 5

5 aprile a Novafeltria presso il ridotto del Teatro Sociale, Viale Mazzini 69

6 aprile a Torriana, presso la palestra della scuola elementare in via Roma 19

16 aprile a Mondaino, presso L’Arboreto, via Arboreto 6

17 aprile a Coriano presso il Centro Giovani, via Piane 100

18 aprile a Morciano di Romagna presso la sala ex lavatoio, via Concia 16

 




Prima tappa: Partecipa anche tu! 

5 focus group che hanno visto la partecipazione di 70 cittadini delle Valli Marecchia e Conca, chiamati a dare avvio al percorso partecipato, promosso dal GAL Valli Marecchia e Conca per la definizione delle caratteristiche identitarie del territorio. Pennabilli, Novafeltria, Mondaino, Morciano di Romagna e Coriano hanno ospitato gli incontri, utili a gettare le basi di un coinvolgimento più ampio e a raccogliere le prime informazioni e percezioni sugli aspetti naturali, culturali e sociali delle valli.