Pesca notturna

Home/Pesca notturna
Fiumi Marecchia e Senatello

Sin dai tempi antichi la pesca notturna è stata praticata per le ranocchie e le anguille nei nostri fiumi. Anche noi ragazzi nelle notti d’estate con le lampade a carburo percorrevamo ampio tratti dei torrenti.Le anguille si prendevano con le fiocine. Le ranocchie si abbagliavano con le lampade e si coglievano con le mani. Se un tempo questa pesca di frodo serviva per diversificare e completare la magra dieta di gran parte della popolazione, per noi era puro divertimento che si concludeva con una cenetta notturna. Mi è sempre piaciuto pensare che le anguille che prendevamo venivano dal Mar dei Sargassi e dopo migliaia di chilometri finivano nei nostri piatti a Pennabilli!

Lorenzo Valenti